PERCHÈ AFFIDARSI A UN MASSOTERAPISTA-CHINESIOLOGO


 

 

 

Secondo i più recenti studi scientifici i dolori più ricorrenti – l’87% - sono il mal di schiena, senza differenze nelle diverse fasce d’età, poi il male al collo (77% con punte del 80% tra le donne contro il 73% degli uomini e un picco dell’82% nella fascia 25-34 anni), i crampi (53%), il dolore a una spalla (51%) e le contratture (42%).

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma cosa provoca il dolore muscolare?

 

Quasi il 90% della popolazione sofferente vede il proprio dolore in qualche modo collegato alle seguenti tre cause:
- movimenti sbagliati, dovuti a disattenzione per il 59%; a incombenze quotidiane come portare la spesa – 56%.
- postura non corretta al lavoro, sia per lavori sedentari quali quello d’ufficio nel 54% dei casi sia per differenti occupazioni – 59% - che richiedono di stare sempre curvi o di stare a lungo in piedi
- lo stress, causato da problemi sul lavoro per il 44% e dalla paura di non arrivare a fine mese per il 35%.
Ben il 40% della popolazione sofferente non percepisce la vita sedentaria come possibile motivazione dei propri dolori muscolari. Specularmente, all’attività sportiva viene attribuito solo un 9% come causa riconosciuta per l’insorgere del dolore muscolare.
Tra le cause più legate a fatti specifici che a situazioni come quelle sopra descritte, l’aria condizionata troppo forte viene indicata dal 26% dei sofferenti e l’abitudine di vestirsi in modo troppo leggero o comunque non adeguato dal 27%.

Manca quasi completamente la consapevolezza che tacchi troppo bassi o troppo alti possono causare dolore muscolare, infatti sono indicati rispettivamente solo dal 7% e dal 4% come motivazione del dolore muscolare.


LE MIE SPECIALIZZAZIONI

 

"Quello che fa la differenza nel mantenimento dell'efficacia psicofisica sono la costanza e la qualità delle cose da fare nel momento giusto e con i mezzi idonei".

 

 

 

 - TERAPIA MANUALE

 

- CHINESIOLOGIA PREVENTIVA E SPORTIVA

 

- NUTRIZIONE

 

 

 


Partita Iva n° 07169940967